Ottavi Champions: vince il Porto ma Chiesa tiene in vita la Juve

La Juventus va ko nell’andata degli ottavi di Champions. Al Do Dragao vince 2-1 il Porto padrone di casa; il gol di Chiesa all’83’ tiene aperta la qualificazione.

La peggiore Juventus della stagione fallisce l’appuntamento con il match d’andata degli ottavi di Champions League. Allo stadio Do Dragao i bianconeri cedono 2-1 per mano del Porto padrone di casa.

La partita prende una piega sfavorevole ai campioni d’Italia già al 2′: uno sciagurato retropassaggio di Bentancour a Szczesny si trasforma nel più comodo degli assist per l’attaccante iraniano Taremi che da pochi passi realizza l’1-0.

Ci si attende una reazione veeme nte da parte della Juventus, ma Ronaldo e compagni restano irretiti dalla perfetta organizzazione tattica dei Dragoni. E in apertura di ripresa arriva come una doccia fredda il raddoppio lusitano: è il centravanti senegalese Marega a trovare il varco giusto per battere ancora Szczesny.

Anche in questa occasione la reazione degli ospiti è impalpabile; è anzi il Porto a sfiorare addirittura il terzo gol con una conclusione di Oliveira deviata in extremis dal numero uno bianconero. Ma come un lampo nel buio, a poco meno di otto minuti dalla fine su cross di Rabiot il piatto destro di Federico Chiesa si insacca alle spalle dell’estremo difensore del Porto, Marchesin. E’ il gol che riapre tutto; nel math di ritorno, martedì 9 marzo all’Allianz Stadium, alla Juve basterà l’1-0 per accedere ai quarti di finale.

La delusione di Pirlo: “Il gol di Taremi ci ha condizionato”

Non può non essere soddisfatto, Andrea Pirlo. Il tecnico della Juve, ai microfoni nel dopo partita, prova ad analizzare la pessima prestazione dei suoi: “Abbiamo sbagliato l’approccio, inutile cercare scuse. Il gol incassato dopo appena un minutoci ha tolto sicurezza e punti di riferimento. Il Porto ha fatto la partita che voleva e per noi è stato tutto più difficile”.

Oltre a un avvio in sordina, l’infortunio di Chiellini al 35′ ha complicato ulteriormente una gara iniziata in salita: “Giorgio ha avuto un problema muscolare. Tra l’altro anche Morata non sta bene; dopo la partita ha accusato un piccolo svenimento. Siamo un po’ incerottati, ma dobbiamo recuperare in vista dei prossimi impegni”.