Festival Milan, il Diavolo le suona alla Roma

Il Milan festeggia
I giocatori del Milan festeggiano (pianetamilan.it)

Il Milan rimane nella scia dell’Inter. I rossoneri espugnano l’Olimpico battendo 2-1 la Roma e mantengono il distacco a -4 dai nerazzurri.

Ante Rebic in gol
Rebic migliore in campo (pianetamilan.it)

Il Milan rimane in corsa per lo scudetto. I rossoneri, dati per spacciati dopo l’inatteso ko di La Spezia, nel big match della 24/a giornata all’Olimpico contro la Roma, sfoderano una prova di grande orgoglio e qualità, battono 2-1 i giallorossi e restano a -4 dall’Inter capolista.

Esce invece bruscamente ridimensionata la Roma di Fonseca che complice il ko di ieri scivola al quinto posto in classifica, momentaneamente fuori dalla zona Champions. Per l’ennesima volta i capitolini hanno fallito l’appuntamento contro una grande per compiere il definitivo salto di qualità.

Milan, avvio travolgente: Pau Lopez evita il tracollo

I primi venti minuti della gara sono un tiro al bersaglio del Milan alla porta romanista; gli attaccanti di Pioli arrivano al tiro con una facilità disarmante contro una Roma impaurita e svagata.

Solo un pizzico di imprecisione e qualche intervento prodigioso del portiere giallorosso Pau Lopez fanno sì che, nella sorpresa generale, il risultato alla mezz’ora sia ancora inchiodato sullo 0-0. I ragazzi di Fonseca nel finale di tempo creano qualche occasione dalle parti di Donnarumma, ma ad andare in vantaggio sono gli ospiti: poco prima del riposo, con l’ausilio del Var, l’arbitro Guida (contestato dai giallorossi) assegna un rigore al Milan che il solito Kessiè trasforma con chirurgica precisione.

POTREBBE INTERESSARTI>>>Europa League, ottavi di ferro! Le avversarie di Milan e Roma

Rebic regala la vittoria al Milan. Proteste Roma per un rigore non concesso

L'arbitro Guida e Gianluca Mancini
L’arbitro Guida e Mancini discutono (pianetamilan.it)

A inizio ripresa il Milan manca subito il raddoppio con Theo Hernandez, ma al 50’ è la Roma a trovare il pareggio grazie a una conclusione vincente di Veretout. L’1-1 resiste però solo otto minuti: al 58’ lo scatenato Rebic (il migliore in campo) fa secco Pau Lopez con un preciso diagonale riportando in vantaggio, stavolta definitivamente, il Milan.

Nell’ultima mezz’ora si susseguono errori ed emozioni: la Roma spreca la clamorosa palla del pareggio con Mikhtaryan, mentre la squadra di Pioli sfiora in almeno un paio di circoastanze il gol del 3-1. Non mancano poi le polemiche per un presunto rigore non concesso dall’arbitro Guida ai giallorossi per un contatto in piena area tra Hernandez e Mikhtaryan, ma alla fine è il Diavolo a fare festa sul prato dell’Olimpico. Lo scudetto per i rossoneri non è una chimera; rischia invece di esserlo la zona Champions per la Roma, ancora una volta obbligata a ripartire dopo una sconfitta.