Sarà la persona giusta per me? Ecco come riuscire a capirlo alla prima occhiata

Le similitudini fisiche determinerebbero relazioni più solide

La fisiognomica offre dei validi strumenti e dei metodi assodati per stabilire quanto ci piace chi abbiamo di fronte. Non solo. Dalla fisionomia dipenderebbe anche la qualità e la durata della relazione.

L’amore sboccerebbe anche grazie alle somiglianze, non solo caratteriali, ma anche fisiche che abbiamo con l’altro.

 

fisiognomica in amore
Le somiglianze fisiche porterebbero a provare più attrazione verso l’altro

Sarà la persona giusta? Quante volte ci siamo fatti questa domanda? Un divertente metodo per stabilirlo potrebbe essere quello di studiare i tratti del volto della nostra anima gemella e incrociare le dita. È qui che la fisiognomica ci viene in soccorso. La Fisiognomica è, appunto, quella disciplina che tenta di ‘carpire’ alcune informazioni sul carattere di una persona osservandone i tratti somatici. Ecco allora come riuscire ad avere una piccola anticipazione sulle caratteristiche di chi suscita il nostro interesse.

TI POTREBBE INTERESSARE>>>I segni zodiacali che vanno più d’accordo in amore

Le parti del volto da tenere d’occhio

somiglianze tra partner
Le parti del volto a cui dare importanza se si è in cerca del partner giusto

Per fare un primo check del volto del papabile innamorato è bene studiare attentamente almeno tre parti del viso del nostro lui o della nostra lei:

Fronte: è qui che si deve concentrare l’attenzione se si vuole capire con chi abbiamo a che fare, perché, ad esempio, una fronte alta può rappresentare un soggetto dotato di acume e intelligenza.

Naso: una radice nasale larga, invece, indica una persona precisa e organizzata.

Orecchie: meglio averle grandi, in quanto questo presuppone coraggio.

La fisionomia e la scelta del partner

fisionomia e attrazione
Sono diverse le parti del viso e del corpo che se somiglianti porterebbero ad una maggiore attrazione nei confronti dell’altro

La fisiognomica, inoltre, prende in considerazione anche le rughe della fronte, la forma della lingua, le mani e i piedi. La fisionomia, dunque, interverrebbe in modo inconsapevole nella scelta del partner. Negli anni sono stati svolti importanti ricerche scientifiche in ambito evoluzionista, che hanno stabilito che una persona è più attratta verso qualcuno che le somiglia per il 22% nei lineamenti, quindi, studi alla mano, la somiglianza fisica sarebbe uno dei fattori più importanti nella ricerca della propria metà.

Per vedere se sboccerà l’amore grazie a questo principio, basta mettere a confronto i contorni del volto dei due innamorati suddividendoli in tre blocchi ideali: mascella e bocca, naso e occhi, sopracciglia e fronte. Più i due volti presentano similitudini e più alta sarà la probabilità di aver trovato il partner giusto.