Cosa fare nel week-end a Viterbo e dintorni

Viterbo centro storico
Bellissimo scorcio del centro storico di Viterbo (foto Pixabay)

Andare alla scoperta del territorio della provincia di Viterbo per conoscere i tesori artistico-culturali che si concentrano, non solo nella Tuscia viterbese, ma anche nella provincia di Rieti.

Viterbo, città ricca di arte e di cultura è nota anche come la Città dei Papi proprio perché ospitò oltre 40 papi durante il medioevo e il rinascimento.

Viterbo
La loggia del Palazzo dei Papi dalla piazza San Lorenzo (foto Pixabay)

Un tesoro fatto di arte, storia e cultura. La provincia di Viterbo offre la possibilità di scoprire dei veri e propri gioielli da visitare magari durante un fine settimana di pausa dal lavoro. Tanti i luoghi dove poter passare un indimenticabile week end.

Viterbo: la città dei Papi

A partire proprio dalla Città dei Papi, Viterbo, città molto interessante dal punto di vista storico artistico, con i suoi quartieri medievali, gli antichi palazzi, piazze e fontane e le numerose chiese che l’antica città papale racchiude nel suo vasto centro storico. Da visitare assolutamente, il Palazzo dei Papi, l’edificio duecentesco che accoglieva i papi in visita alla città.

A due passi da Viterbo tappa obbligata è Tuscania

A pochi chilometri di distanza dal capoluogo viterbese, ci si imbatte poi con la grande civiltà etrusca. Tuscania è lo scenario ideale dove ammirare le testimonianze lasciate dall’antico popolo. Nelle campagne che circondano questo gioiello di 8000 abitanti, sorgono numerose necropoli di inestimabile valore archeologico.

Lasciatevi ispirare dalle tracce lasciate dagli Etruschi a Tarquinia

Civita di Bagnoregio
Veduta di Civita di Bagnoregio, la città che muore (foto Pixabay)

Seguendo le tracce lasciate dagli Etruschi, si arriva immancabilmente a Tarquinia e in quello che è ufficialmente uno dei patrimoni dell’umanità: la vastissima necropoli famosa per i suoi affreschi colorati. Altra tappa imperdibile è Civita di Bagnoregio, meglio nota come la ‘città che muore‘, il suggestivo borgo situato su un fragile colle di tufo che erode inesorabilmente, segnando il triste destino della città. Il fascino sta proprio in questo. Da vedere assolutamente.

I piccoli borghi della provincia di Rieti

Rieti
Rieti, veduta dal fiume Velino (foto Pixabay)

Rimanendo sempre nel Lazio, un altro luogo di alto valore artistico, è rappresentato da Rieti e dai numerosi piccoli borghi di cui la provincia è costellata. La ricchezza dei palazzi gentilizi reatini, le numerose chiese, i resti della città romana e le montagne che si stagliano tutte intorno, lasciano un ricordo indelebile nella mente del visitatore.

Ti potrebbe interessare>>>il presepe di Greccio

Paesaggi naturalistici: un week-end da urlo al Terminillo

Terminillo
Bellissimo scorcio del paesaggio del Terminillo (foto Pixabay)

Qui la caratteristica principale del territorio è rappresentata da una natura incontaminata arricchita dalle imponenti testimonianze storiche che si possono ammirare durante la visita, come i Santuari francescani, i castelli e i piccoli borghi, oltre che dalle strutture ricettive più moderne come quelle della stazione sciistica del Terminillo, dove i numerosi impianti sportivi, insieme alle molte manifestazioni culturali le specialità gastronomiche del territorio, assicurano un piacevole soggiorno all’insegna del benessere e del divertimento.

Ti potrebbe interessare>>> campione sci vince la coppa…